Tags

Pillars of Eternity disponibile su console

Dopo quasi due anni dalla sua uscita su PC, dal 1 Settembre e’ disponibile Pillars of Eternity che nella versione console prende il nome di Pillars of Eternity: Complete Edition contenente anche le due espansioni The White March 1 & 2.

Il titolo e’ la cosa piu vicina ad un Baldur’s Gate della Bioware e nella sua edizione console e’ stato pesantemente rivisto nella parte di interfaccia.

Mouse e tastiera non sono piu supportati e la maggior parte delle azioni sono adesso operate tramite ruote decisionali simili a quanto visto su Dragon Age.
Alcune limitazioni ci sono anche dal punto di vista della telecamera (che ora inquadra quasi sempre da una prospettiva isometrica) e della possibilita’ di effettuare zoom (ora molto piu limitata).

All’atto pratico, per quanto il PC resti la piattaforma su cui giocare un titolo come questo, le modifiche apportate lo rendono assolutamente godibile anche su console senza essere troppo complesso nel sistema di controllo.

Rimane quindi un Rpg molto profondo, con una marea di testo e con una curva di apprendimento abbastanza ripida nelle prime fasi dove qualche decisione sbagliata durante il combattimento puo’ facilmente portare all’annientamento dell’intero party.

Usare spesso la pausa per pianificare le azioni diviene quindi davvero essenziale per sopravvivere.

Se piace il genere, che di recente aveva visto i porting anche di Divinity Original Sin, Wasteland e Torments, e’ sicuramente un titolo da non perdere.

Le due espansioni non sono valide come il titolo originale, ma regalano altre piacevoli ore di gioco.