Primi hands-on sull’ALPHA di Bard’s Tale IV Mar29

Primi hands-on sull’ALPHA di Bard’s Tale IV...

Lo sviluppo di The Bard’s Tale IV è stato iniziato nel 2015 dagli InXile e da pochi giorni e’ entrato nell’alpha testing. Il titolo si presenta per molti versi “classico” ovvero e’ un dungeon-crawler in prima persona, combattimento a turni con abilità, buona presenza di enigmi ambientali ed ovviamente… bardi. Fortunatamente pero’ The Bard’s Tale IV presenta al giocatore anche una sostanziale novita’: enigmi sulle armi stesse(!) Questo significa che, esaminando ed interagendo con alcune armi, si possono scoprire puzzle che, se risolti possono, dotare le armi stesse di ulteriori  statistiche o modificatori di danno. Quanto questa feature risultera’ un interessante sfida piuttosto che un gimmick lo scopriremo in futuro. Per il momento fa piacere vedere che si sta cercando di iniettare qualche novita’ nel genere per non ritrovarsi un clone semplicemente con un nuovo setting....

No Man’s Sky NEXT...

Nonostante il titolo sia partito risultato piu’ che altro deludente rispetto le alte aspettative settate da Sony, va riconosciuto che col tempo il contenuto e’ iniziato ad arrivare e, correttamente, e’ stato aggiunto con una serie di DLC gratuiti. La nuova espansione annunciata e’ NEXT e, per parole degli sviluppatori stessi, sara’ la piu’ grossa espansione su cui hanno lavorato. NEXT segnera’ anche l’arrivo del titolo su Xbox ONE ed il supporto dei 4K per Xbox ONE X e PS4 Pro. I contenuti di NEXT non sono ancora confermati ma sembrano certe capacita’ di costruzione basi, farming, esplorazione con veicoli, quest ed anche una prima fase di multiplayer online. NEXT vedra’ release anche fisica in una specie di GOTY che conterra’ anche le precedenti espansioni: Foundation, Pathfinder, ed Atlas Rises. Data di uscita indicativa: estate...

Epic Games ci mostra il futuro...

Alla Game Developers Conference (GDC) abbiamo scoperto chet Microsoft, Nvidia ed AMD stanno tutti lavorando nel portare la tecnologia del Ray Tracing all’interno dei videogiochi ed, Epic Games, sembrano in pole position con il loro Unreal Engine. Epic Games ha difatti mostrato tre demo (in tempo reale) che hanno un impatto visivo a dir poco impressionante, mostrando Ray Tracing in tempo reale, motion capture di altissimo livello, facial animation mapping portata a nuovi livelli. Sono corti ma rendono moltissimo idea di cosa ci aspetta nel futuro....

Il continente di Summerset si unisce al mondo di ESO...

Summerset e’ la nuova ambientazione confermata da Bethesda per Elder Scrolls Online. Summerset e’ essenzialmente il secondo capitolo “ufficiale” ad uscire dopo Morrowind, non contando chiaramente i vari DLC quali The Imperial City, Orsinium, Thieves Guild, etc… La parte interessante di questo nuovo capitolo e’ che porta nel gioco quello che era uno dei due setting piu’ ipotizzati per il prossimo capitolo di Elder Scrolls “offline” (assieme alle Black Marsh). Chissa’ se Betehsda ha cercato di coniugare entrambi gli sviluppi o avremo la sorpresa di visitare le Black Marsh nel prossimo capitolo offline. Per quanto concerne l’espansione questa portera’ tantissimi nuovi contenuti. Dal putni di vista geografico, le location piu interessanti saranno: Alinor (capitale di Summerset), Cloudrest (costruita nelle vette di Eton Nir e casa dei cavalieri del Grifone di Welkynar, Shimmerene (la citta’ delle luci), la Crystal Tower e le citta’ di Lillandril e Rellenthil. Chiaramente nuovi mostri, grandi ritorni (Razum-Dar! ed il finale della storia introdotta con Orsinium e l’invasione Daedra), nuovi “boss”, items e abilita’ completeranno il package cosi come successo con Morrowind. Un free-tiral sara’ disponibile da oggi per PC e PS4, e da domani per Xbox ONE. Durera’ fino al 27 di Marzo. Qui il link su come accedere al trial: https://www.elderscrollsonline.com/en-us/freeplay L’espansione uscira’ ufficialmente il 5 Giugno per Xbox ONE e PS4, ed il 21 Maggio per PC/Mac....

Torna Alley Cat Mar20

Torna Alley Cat

Alley Cat ritengo che sia uno dei giochini stupidi piu’ giocati sui primi PC CGA degli inizi anni ’80. La sua musichetta e’ per me ancora oggi una cosa che non riesco a buttar fuori dalla testa! Alley Cat in versione originale:   E’ con piacere quindi che vi informo che e’ uscito un remake indie di questo titolo con parecchie novita’: Fino a 4 giocatori Arcade e Versus Modes Controllo dei nemici Non solo tutti gli stage del gioco originale ma anche 5 stages inediti! Grafica ed audio aggiornati Possibilita’ di filtri retro-style Arcade Cabinet mode, per farlo girare in una modalita’ perfetto per le arcade machine casalingheDownload link Link all’autore del remake: LINK...

SEGA Megadrive Speciale 1/3 Mar20

SEGA Megadrive Speciale 1/3

SEGA e’ sempre stata una realta’ dove il potenziale e l’intuzione sono spesso stati piu’ grandi dei risultati ottenuti. Purtroppo, in molti casi la colpa era proprio di SEGA e la sua mancanza di organizzazione e visione unitaria. Il Megadrive e’ un esempio lampante, una console grandiosa, danneggiata dalla setssa SEGA con errori tanto legati a scelte dubbie che hanno confuso gli utenti, fino addirittura alla rivalita’ insensata tra il ramo Giapponese della casa ed il ramo USA che, ad esempio, porto’ Yuji Naka a spostarsi negli USA proprio per completare il secondo capitolo dello strepitoso Sonic. E’ triste quindi ricordare che, anni fa, avevano in pugno l’occidente che, in un paio di generazioni, si sarebbe imposto come il mercato principale come giro economico. L’articolo di oggi non gira pero’ attorno agli errori di SEGA, piuttosto vuole elencare quanto SEGA anticipo’ di piu’ di venti anni, quelle che sono state le periferiche chiave degli scontri Xbox Vs WII Vs Playstation. E molte di queste, le ho conosciute solo anni dopo che il Megadrive era morto e sepolto. L’articolo verra’ diviso in 3 episodi. Partiamo con il primo, dedicato all’Online ed il Wii-Remote.Seguiranno il Kinect ed il VR e, per finire, un articolo che passera’ rapidamente sul gaming AMIGA-Megadrive, i titoli mouse-driven per Megadrive e le altre feature che si sono fermate a livello prototipale (come il Floppy-Disk Drive). Iniziamo con l’online. Proabilmente non e’ stata la prima console a tramettere qualche byte sul web, e sicuramente il Dreamcast fu la prima ad essere veramente “online-oriented”, ma il Megadrive offri’ per il pubblico Giapponese, Americano e Brasiliano, una serie di servizi online di assoluto rilievo.Innanzitutto introduciamo il “SEGA Meganet” ovvero il servizio online del Megadrive, operativo a fine 1990(!). Per accedere al servizio (a pagamento) si necessitava del SEGA Mega Modem, periferica da noi semisconosciuta e che si innestava nella porta DE-9 posteriore presente solo nei primi modelli. Questa periferica sarebbe dovuta uscire anche in USA col nome di “Tele-Genesis” ma alla fine non usci’ e fu rimpiazzata col SEGA Channel che discuteremo poco piu avanti. Il SEGA Mega Modem consentiva di accedere a servizi di utilita’, piu’ che altro legati alla gestione del conto corrente (!) mediante l’ausilio dl servizio “Mega Anser“, oppure di giocare ad una serie ristretta di titoli: 16t Aworg: Hero In The Sky Columns Fatal Labyrinth Flicky Forbidden City Hyper Marbles Ikazuse! Koi no Doki Doki Penguin Land MD Kiss Shot Medal City Mega Mind Paddle Fighter Phantasy Star II Text Adventures Putter Golf Pyramid Magic Pyramid Magic II Pyramid Magic III Pyramid Magic Special Riddle Wired Robot Battler Sonic Eraser Nulla da strapparsi i capelli ma l’idea di poter giocare online un Rogue-Like come Fatal Labyrinth doveva essere una cosa eccezionale per una console all’epoca. Fatal Labyrinth Come anticipato prima, in America approdo’ invece il SEGA Channel. Questa periferica consentiva essenzialmente di godere di un servizio di “games on-demand” tramite TV via cavo. Pieno content-delivery nel 1994(!) Il servizio presentava un catalogo di giochi che arrivarono ad essere un massimo di 70 contemporaneamente disponibili, da un catologo molto ricco e che si aggiornava settimanalmente.Il titolo veniva scaricato nella memoria dell’adapter e li rimaneva finche’ la console rimaneva accesa. Non era pero’ consentito il gaming online. La lista di titoli che potevano essere scaricati a casa comprendeva gioielli come Eternal Champions, Street Fighter II od anche il favoloso Alien Soldier. SEGA Channel in azione Il Megadrive non fu unicamente la prima console con questo forte accento online, ma fu anche una console che esploro’ moltissimo le possibilita’ alternative al controller classico, andando ben oltre l’offerta, gia’ interessante per l’epoca, di pad a sei bottoni, dell’arcade stick, della tastiera e di un controller semplificato per i servizi (SEGA Ten KeyPad). Il Megadrive fece assaggiare con oltre vent’anni di anticipo il Wii-Remote tramite il “Batter Up” (offerto con terze parti), anticipo’ il controller legato movimento del Kinect...

Quando Dragon’s Lair gira nel tuo browser… Mar16

Quando Dragon’s Lair gira nel tuo browser…...

Quando Dragon’s Lair gira nel tuo browser… …semplicemente capisci quanto sei vecchio! 🙂 Non è mai stato un coin-op valido per il gameplay ma è uno dei più rilevanti simboli degli anni ’80 e, da oggi, è giocabile via browser. Ho provato e purtroppo da cellulare non riconosce i tasti ma, da PC, funziona tutto egreggiamente! Ecco quindi il link e, buon viaggio nel tempo! Dragon’s Lair via...

Shadow of the Tomb Raider in arrivo a Settembre...

Un video leaked di un promo di Shadow of the Tomb Raider ha svelato la data di uscita ufficiale del titolo. Il nuovo tiolo è quindi confermato per il 14 Settembre 2018 e, molto probabilmente, oggi ci sarà  la conferma ufficiale. Il trailer in fin dei conti non fa altro che confermare qualcosa che era stato già notato nel codice della pagina del sito ufficiale 🙂...

Yu Suzuki annuncia che la storia non finirà con ShenMue 3...

A dire il vero dallo stesso Yu Suzuki abbiamo ricevuto nel tempo molte informazioni contraddittorie. Tempo fa ci fu detto che i capitoli veri di gioco erano 11, con la presenza di branching, e che ShenMue 3 avrebbe coperto gli ultimi capitoli. In un’intervista a GamersFlag, Yu ha invece affermato che il finale di ShenMue 3 sarà aperto, lasciando quindi spazi ad ulteriori capit0li in futuro. Speriamo bene 🙂 Link all’intervista...