Kinect giunge (finalmente) al capolinea

Ci sono voluti quasi 8 anni, e ca. 35 milioni di pezzi venduti (nelle varie edizioni dell’accessorio), ma alla fine MS ha riconosciuto che non c’è futuro per Kinect ed ha deciso di interromperne la produzione.

Il Kinect fu lanciato nel 2010 come risposta al successo che il WII stava ottenendo con i casual mediante il suo sistema di controllo. La periferica MS alzò il tiro, promettendo la possibilità di controllare VG ed interfaccie con i soli gesti.
L’idea catturò moltissima attenzione facendo vendere al Kinect ben 10 milioni di pezzi in soli sei mesi.

Quello che MS non abbe il coraggio di fare fu il capire che la fruibilità del Kinect era limitatissima nei giochi, non consentendo lo spostamento del personaggio nelle ambientazioni e divenendo qualcosa di valido solo nei giochi on-rail o di ballo.
Le vendite del software del Kinect lo mostrarono da subito, vendevano solo i giochi in bundle e fallivano anche esperimenti validi come Fable.

Ma MS decide comunque di imporlo nella loro ONE e, dopo poco, fu evidente che è stato uno dei grossi errori del lancio compromettendo anche la qualità dell’HW all’interno della ONE visto che, per rispettare il target price, il Kinect si mangiava quasi 100$ che potevano tradursi in un HW di base migliore.

Su PC il Kinect ha trovato applicazioni molto piu interessanti, ma su questo fronte misteriosamente il supporto di MS è sempre stato inspiegabilmente tiepido.

La cosa buona è che in una futura Xbox non si parlerà più di questa controversa periferica.