SEGA Megadrive Speciale 1/3 Mar20

SEGA Megadrive Speciale 1/3

SEGA e’ sempre stata una realta’ dove il potenziale e l’intuzione sono spesso stati piu’ grandi dei risultati ottenuti. Purtroppo, in molti casi la colpa era proprio di SEGA e la sua mancanza di organizzazione e visione unitaria. Il Megadrive e’ un esempio lampante, una console grandiosa, danneggiata dalla setssa SEGA con errori tanto legati a scelte dubbie che hanno confuso gli utenti, fino addirittura alla rivalita’ insensata tra il ramo Giapponese della casa ed il ramo USA che, ad esempio, porto’ Yuji Naka a spostarsi negli USA proprio per completare il secondo capitolo dello strepitoso Sonic. E’ triste quindi ricordare che, anni fa, avevano in pugno l’occidente che, in un paio di generazioni, si sarebbe imposto come il mercato principale come giro economico. L’articolo di oggi non gira pero’ attorno agli errori di SEGA, piuttosto vuole elencare quanto SEGA anticipo’ di piu’ di venti anni, quelle che sono state le periferiche chiave degli scontri Xbox Vs WII Vs Playstation. E molte di queste, le ho conosciute solo anni dopo che il Megadrive era morto e sepolto. L’articolo verra’ diviso in 3 episodi. Partiamo con il primo, dedicato all’Online ed il Wii-Remote.Seguiranno il Kinect ed il VR e, per finire, un articolo che passera’ rapidamente sul gaming AMIGA-Megadrive, i titoli mouse-driven per Megadrive e le altre feature che si sono fermate a livello prototipale (come il Floppy-Disk Drive). Iniziamo con l’online. Proabilmente non e’ stata la prima console a tramettere qualche byte sul web, e sicuramente il Dreamcast fu la prima ad essere veramente “online-oriented”, ma il Megadrive offri’ per il pubblico Giapponese, Americano e Brasiliano, una serie di servizi online di assoluto rilievo.Innanzitutto introduciamo il “SEGA Meganet” ovvero il servizio online del Megadrive, operativo a fine 1990(!). Per accedere al servizio (a pagamento) si necessitava del SEGA Mega Modem, periferica da noi semisconosciuta e che si innestava nella porta DE-9 posteriore presente solo nei primi modelli. Questa periferica sarebbe dovuta uscire anche in USA col nome di “Tele-Genesis” ma alla fine non usci’ e fu rimpiazzata col SEGA Channel che discuteremo poco piu avanti. Il SEGA Mega Modem consentiva di accedere a servizi di utilita’, piu’ che altro legati alla gestione del conto corrente (!) mediante l’ausilio dl servizio “Mega Anser“, oppure di giocare ad una serie ristretta di titoli: 16t Aworg: Hero In The Sky Columns Fatal Labyrinth Flicky Forbidden City Hyper Marbles Ikazuse! Koi no Doki Doki Penguin Land MD Kiss Shot Medal City Mega Mind Paddle Fighter Phantasy Star II Text Adventures Putter Golf Pyramid Magic Pyramid Magic II Pyramid Magic III Pyramid Magic Special Riddle Wired Robot Battler Sonic Eraser Nulla da strapparsi i capelli ma l’idea di poter giocare online un Rogue-Like come Fatal Labyrinth doveva essere una cosa eccezionale per una console all’epoca. Fatal Labyrinth Come anticipato prima, in America approdo’ invece il SEGA Channel. Questa periferica consentiva essenzialmente di godere di un servizio di “games on-demand” tramite TV via cavo. Pieno content-delivery nel 1994(!) Il servizio presentava un catalogo di giochi che arrivarono ad essere un massimo di 70 contemporaneamente disponibili, da un catologo molto ricco e che si aggiornava settimanalmente.Il titolo veniva scaricato nella memoria dell’adapter e li rimaneva finche’ la console rimaneva accesa. Non era pero’ consentito il gaming online. La lista di titoli che potevano essere scaricati a casa comprendeva gioielli come Eternal Champions, Street Fighter II od anche il favoloso Alien Soldier. SEGA Channel in azione Il Megadrive non fu unicamente la prima console con questo forte accento online, ma fu anche una console che esploro’ moltissimo le possibilita’ alternative al controller classico, andando ben oltre l’offerta, gia’ interessante per l’epoca, di pad a sei bottoni, dell’arcade stick, della tastiera e di un controller semplificato per i servizi (SEGA Ten KeyPad). Il Megadrive fece assaggiare con oltre vent’anni di anticipo il Wii-Remote tramite il “Batter Up” (offerto con terze parti), anticipo’ il controller legato movimento del Kinect...

Quando Dragon’s Lair gira nel tuo browser… Mar16

Quando Dragon’s Lair gira nel tuo browser…...

Quando Dragon’s Lair gira nel tuo browser… …semplicemente capisci quanto sei vecchio! 🙂 Non è mai stato un coin-op valido per il gameplay ma è uno dei più rilevanti simboli degli anni ’80 e, da oggi, è giocabile via browser. Ho provato e purtroppo da cellulare non riconosce i tasti ma, da PC, funziona tutto egreggiamente! Ecco quindi il link e, buon viaggio nel tempo! Dragon’s Lair via...

Shadow of the Tomb Raider in arrivo a Settembre...

Un video leaked di un promo di Shadow of the Tomb Raider ha svelato la data di uscita ufficiale del titolo. Il nuovo tiolo è quindi confermato per il 14 Settembre 2018 e, molto probabilmente, oggi ci sarà  la conferma ufficiale. Il trailer in fin dei conti non fa altro che confermare qualcosa che era stato già notato nel codice della pagina del sito ufficiale 🙂...

Yu Suzuki annuncia che la storia non finirà con ShenMue 3...

A dire il vero dallo stesso Yu Suzuki abbiamo ricevuto nel tempo molte informazioni contraddittorie. Tempo fa ci fu detto che i capitoli veri di gioco erano 11, con la presenza di branching, e che ShenMue 3 avrebbe coperto gli ultimi capitoli. In un’intervista a GamersFlag, Yu ha invece affermato che il finale di ShenMue 3 sarà aperto, lasciando quindi spazi ad ulteriori capit0li in futuro. Speriamo bene 🙂 Link all’intervista...

Elite Dangerous: Beyond Chapter 1 in uscita a fine mese...

Frontier ha annunciato la data di rilascio del DLC “Beyond – Chapter One” per Elite: Dangerous (PS4, Xbox One) . Il DLC sara’ completamente gratuito ed uscira’ in europa il 27 Febbraio. Il DLC essenzialmente rivede il sistema di crimine/punizione, aggiunge il sistema di “Advance Tactical Response” che mirera’ a punire chi reitera con attivitia’ criminose ed anche il sistema di reputazione diverra’ piu’ punitivo verso queste attivita’. Oltre a queste novita’, il DLC introdurra’ nuovi contenuti in termini di contratti per rendere ancora piu’ ricco l’universo di...

Kingdom Come Deliverance: confronto video...

Ho voluto postare questa comparazione video di come il titolo gira su PS4, PS4Pro, Xbox ONE ed Xbox X piu’ come pretesto per ricordarvi di questo titolo. Sono due anni buoni che stiamo vivendo un periodo felicissimo per gli amanti degli Rpg con numerosissimi titoli di qualita’ (Witcher 3, Pillars of Eternity 1 & 2, Wasteland 2 e 3, Divinity Origins 1 & 2, Tides of Numenera, etc…) e, a mio avviso, Kingdom Come Deliverance si va direttamente ad aggiungere alla lista offrendo un approccio sufficentemente unico al fantasy medievale. Il titolo difatti, in termini di ambientazione, trama, quest, character design, punta sull’essere molto realistico, provando a riprodurre quello che poteva essere il vivere nel 15mo secolo. Nonostante le recensioni abbiano lodato gli aspetti positivi, e’ stato impossibile non tener conto dello stato in cui e’ uscito sul mercato: problemi di frame rate, crash, quest buggate, save system da rivedere, etc… Due patch enormi (23GB e 16GB!!!) sono state gia rilasciate ma, e’ evidente, non finira’ qui. Ci tenevo quindi a ricordarvi di continuare a tener d’occhio il titolo perche’, appena avra’ raggiunto una maggiore stabilita’, diverra’ a pieno titolo un Rpg da...

PSVR scontata di ben $100 dal 18/2 fino al 3/3!...

Sony ha deciso di spingere ancora una volta la PSVR e, per il mercato Americano, ha reso disponibili tre bundle molto interessanti sui quali, essenzialmente ha scontato ben 100 dollari. Headset + Camera + Gran Turismo Sport – $199 Headset + Camera + Move controllers + Skyrim – $349 Headset + Camera + Doom VFR – $299 Non ho trovato indicazioni di simili promozioni in Europa ma e’ probabile che ne vedremo di simili. A 199 Euro, secondo me, potrebbe valere la pena come “esperienza” considerndo che, alla fine, sono parecchi i titoli PS4 che la...

Problemi per il remake di System Shock Feb17

Problemi per il remake di System Shock...

Con una lettera ai backers, con i quali sono stati raccolti oltre 1.300.000 dollari, Stephen Kick, CEO dei Nightdive Studios, ha avvisato che i lavori sul reboot sono tornati allo stato di disegno del titolo. All’interno della comunicazione Stephen cita che il grosso successo del Kickstarter li ha portati a deviare dallo scope originale, ovvero quello di riproporre un reboot fedelissimo all’originale, ed ora si trovano ad un punto dove sono costretti a tornare indietro per non avere un prodotto incoerente. Stephen assicura che il titolo vedrà luce ma, contemporaneamente, chiude con un preoccupante “we’re taking a break”. Sento odore di un nuovo fallimento di un Kickstarter. “We are taking a break, but NOT ending the project.” Qui il...

Kamiya già pensa a Bayonetta 4! Feb17

Kamiya già pensa a Bayonetta 4!...

Mentre proseguono i lavori su Bayonetta 3 per Switch, in un Tweet di pochi giorni fa Hideki Kamiya non nasconde che sta raccogliendo già idee per un possibile Bayonetta 4. Indubbiamente il tutto è legato al fatto che Bayonetta 3 abbia successo ma, visti i dati di vendita dei titoli su Switch, ci sono davvero pochi...

LinkRealms ci saluta… Feb01

LinkRealms ci saluta…...

Dopo tanti tentativi (infelici) di ricatturare il look and feel di Ultima Online, negli ultimi 3 anni due prodotti si erano distinti nel riuscirici abbastanza: uno è/era LinkRealms, l’altro Shards Online, oramai divenuto Legends of Aria. Mentre il secondo è appena entrato in Beta e sta andando molto bene, soprattutto avendo centrato gli aspetti di gameplay, LinkRealms purtroppo oggi ha chiuso tutto. Server, sito web, etc… La notizia non giunge a sorpresa perchè da mesi i devs erano latitanti (e pare impegnati in un altro progetto), ma spiace perchè, sebbene molto piu semplicistico di Legends of Aria, era comunque stato in grado di far rivivere parte delle sensazioni tipiche di UO, con gump azzeccatissimi, ed un gameplay che nella parte esplorativa, di quest e di combattimento, ricordava il capolavoro di...

Fumito Ueda pubblica una seconda immagine teaser...

Dopo l’immagine della ragazza seduta su di un altare, Ueda ha pubblicato una nuova immagine che mostra sempre la ragazza e parte di una creatura pelosa ma da un’altra prospettiva. Si aggiunge anche la presenza di un logo (dove alla silhouette di una ragazza si aggiunge quella di un ragazzo) e la data 2018. Gli elementi di Ico e di Trico sembrano presenti tutti...

Nuovo videogame basato su Alien in arrivo...

FoxNext Games, la divisione games della Fox che e’ stata creata nel 2017, ha acquisito i Cold Iron Studios per metterli a lavoro sul prossimo gioco ambientato nell’universo di Alien. Purtroppo, per chi come me sperava si trattasse di un titolo interessante come Isolation, e’ gia’ noto che ci troveremo dinnanzi l’ennesimo shooter in prima persona. Il titolo e’ previsto sia per PC che...

Fable pronto a tornare su Xbox? Jan17

Fable pronto a tornare su Xbox?

Da qualche giorno gira il rumor che Fable potrebbe tornare su Xbox con un nuovo capitolo sviluppato dai Playground (responsabili di Forza Horizon). Si tratterebbe comunque di un progetto ancora nelle fasi iniziali dello sviluppo per cui non c’e’ da trattenere il fiato. Davvero assurdo che a due anni della chiusura dei Lionhead, Microsoft decida di riesumare il franchise dopo averne decretato la morte imponendo lo sviluppo di Fable Legends come free-to-play, un genere non solo distantissimo dal gameplay di Fable ma anche lontanissimo dalle esperienze di Lionhead. Dopo oltre 75m bruciati nell’esperimento (una cifra grossa di suo e che diviene spaventosa come sviluppo per un free-to-play) il titolo non stava ancora in piedi ed il progetto e’ stato definitivamente chiuso assieme allo storico team. E’ possibile che MS voglia approfittare dei tanti asset gia’ costruiti per Fable Legends e magari consentire lo sviluppo di Fable 4(?) nella direzione di single-player Rpg ambientato nella Londra Vittoriana che era l’idea che aveva Lionhead. Cio’ che e’ certo e’ che Fable, per imperfetto che sia, e’ sempre stato un titolo sperimentale con diverse idee fuori dagli schemi e mettere un simile titolo in mani diverse da quelle di chi lo ha creato, difficilmente risultera’ in qualcosa di valido....

Shadow of the Colossus Special Edition disponibile per il preorder su PlayAsia...

La versione limited del remaster per PS4 di Shadow of the Colossus è rimasta limitata al mercato USA, rendendola difficile da reperire in Europa. PlayAsia ha da poco aggiornato il listino e la rende prenotabile al costo di 45.55 Euro. (Ricordatevi che poi ci sono costi spedizione/dazi). Qui il link al prodotto sul loro sito:...