Capitoli | Dark Souls

Nell’Era degli Antichi, il mondo era oscuro, statico, avvolto in una coltre di nebbia e dominato dai draghi. Poi, improvvisamente e dal nulla, si accese la fiamma primordiale, che generò il fuoco e, con esso, permise la distinzione degli elementi nell’universo, generando il caldo e il freddo, la vita e la morte, la luce e le tenebre. Risvegliati dalla fiamma primordiale, si alzarono i giganti, fino ad allora rimasti immobili nell’oscurità. Quattro di essi trovarono nella fiamma quattro grandi anime, dotate di un enorme potere, a tal punto da renderli divini: Nito (il primo dei morti), la Strega di Izalith, il Lord del Sole Gwyn ed infine il nano furtivo, il quale però trovò un’anima diversa, l’Anima Oscura, con la quale generò l’umanità. Gli altri, invece, usarono i poteri acquisiti per combattere e porre fine al regno dei draghi, i quali tuttavia possedevano scaglie che li rendevano immortali. Giunse in aiuto Seath il Senzascaglie, un drago invidioso dei suoi simili in quanto privo di scaglie, che rivelò la loro unica debolezza: il fulmine. Così i draghi si estinsero e cominciò l’Era del Fuoco, un’era di pace e di prosperità, che purtroppo non durò a lungo: la fiamma diventava sempre più debole e si stava spegnendo. La Strega di Izalith tentò di replicare la fiamma, ma fallì miseramente, trasformandosi in una culla dalla quale nacquero tutti i demoni. Così Gwyn partì insieme ai suoi fidati cavalieri d’argento e con essi si gettò nella fiamma, nel tentativo di farla durare più a lungo: la fiamma riprese a bruciare intensamente, ma, nonostante i sacrifici, era ancora destinata a spegnersi, prima o poi.

Mille anni dopo il sacrificio di Gwyn, la fiamma sta per spegnersi e il mondo è avvolto nell’oscurità. Fra gli uomini sopravvissuti si distinguono i portatori del Segno Oscuro, marchio che identifica la maledizione dei Non-Morti. Il protagonista della storia è uno di questi, un non-morto recluso con i suoi simili in una cella di un castello sperduto. Egli però non è un non-morto qualunque: egli è il non-morto Prescelto e vi è una leggenda che narra il suo compito: egli dovrà fuggire dal castello e raggiungere Lordran, la terra dei Lord; in questa terra incredibilmente ostile, dovrà affrontare infiniti nemici e pericoli e dovrà attraversare luoghi oscuri e insidiosi per poter succedere a Lord Gwyn e raggiungere la fiamma primordiale. A questo punto avrà due scelte: sacrificarsi, come Gwyn, nella fiamma per far ritornare l’Era del Fuoco, oppure lasciare che si spenga una volta per tutte per far sì che cominci l’Era dell’Oscurità.

Torna Su